Campax

Cerca
Close this search box.
Animazione elezioni-2023 il tuo voto per il futuro

Abitazioni inaccessibili!

Gli affitti stanno aumentando a dismisura nelle città e sono difficilmente accessibili per molte persone. Le grandi società immobiliari costruiscono soprattutto appartamenti di lusso e fanno lievitare sempre di più i prezzi. Questa follia degli affitti deve essere fermata. Per questo abbiamo bisogno di parlamentari che rappresentino gli interessi degli/delle inquilini/e e non delle lobby immobiliari. Quest’autunno possiamo cambiare le cose. Fai sentire la tua voce e vai a votare.

Wahl an der Urne

Negli ultimi 15 anni gli inquilini e le inquiline hanno pagato 78 miliardi di franchi di troppo. Gli affitti aumentano senza controllo e nelle grandi città è quasi impossibile trovare un appartamento a prezzi accessibili.

Uno dei motivi principali dell’aumento degli affitti sono i grandi investitori che acquistano in massa terreni ed edifici per costruirvi appartamenti di lusso. FFS Immobili guadagna 780 milioni di franchi all’anno costruendo in eccesso le sue proprietà. Per un appartamento di 41/2 stanze, una persona può facilmente pagare tra i 4’000 e i 6’000 franchi.

Si tratta di un puro fallimento del mercato. Il terreno è una risorsa limitata e le grandi aziende fanno profitti senza creare un reale valore aggiunto. Le cooperative edilizie o gli appartamenti a prezzi accessibili in generale non saranno certamente realizzati volontariamente con questi profitti.

Per questo motivo è necessario che la politica stabilisca una quota minima di appartamenti a affitto ridotto e che vengano promossi gli appartamenti in cooperativa. Aiuterai ad eleggere in autunno i politici e le politiche che porteranno avanti questo progetto?

Le società immobiliari come Swiss Prime Site hanno costruito il loro concetto sullo sviluppo redditizio di terreni e immobili. Con l’annuncio di riqualificazioni, spingono le persone ad abbandonare i loro appartamenti e queste non possono più permettersi i nuovi affitti.

Gli appartamenti che vengono costruiti sono inaccessibili per molte persone e non si basano in alcun modo sul potere d’acquisto delle stesse. La gente viene spinta fuori dalle città. Le conseguenze sono i lunghi spostamenti, la distanza dal posto di lavoro e l’alienazione dall’ambiente sociale.

Gli affitti a prezzi accessibili sono una preoccupazione della maggior parte della popolazione di questo Paese e dovrebbero quindi essere adeguatamente rappresentati anche in Parlamento. Al momento, troppi/e parlamentari sono legati alla lobby immobiliare e hanno in mente solo i propri profitti. Questa politica dovrebbe essere bocciata.

In autunno si terranno le elezioni federali e abbiamo la possibilità di eleggere un Parlamento che non sia interessato solo al profitto. Oltre il 70% della comunità di Campax sostiene la nostra strategia per portare queste elezioni in una direzione progressista. Partecipa anche tu al cambiamento!

Prendi ora un impegno elettorale e dai l’esempio ad altri/e di fare lo stesso. Insieme per affitti accessibili. Sei con noi?

Wahlen 2023 Symbol Klimawandel Erderwärmung

La crisi climatica è arrivata anche nella realtà delle nostre vite:

 
  • Carenza di acqua potabile
  • Ondate di calore e incendi boschivi
  • Non c’è più abbastanza neve in inverno per gli sport sulla neve
Wahlen 2023 Symbol Diversität Antirassismus

Problemi di aumento degli affitti e del costo della vita?

  • La politica non vuole fare nulla al riguardo, anzi: i trasporti pubblici stanno diventando più costosi e si risparmia ancora di più sulla previdenza per gli anziani.
  • Ma ci sono abbastanza soldi per salvare le banche. Che sfacciataggine!
  • Eleggiamo un Parlamento per il popolo, non per chi truffa.
Wahlen 2023 Symbol Gleichstellung Frauenrechte

L’uguaglianza è stata raggiunta in Svizzera? Col cavolo!

  • Le donne continuano a guadagnare meno a parità di lavoro e a svolgere la maggior parte del lavoro non retribuito.
  • Ancora oggi le donne devono scegliere tra carriera e famiglia.
  • Il nostro corpo diventa sempre una questione politica, ultimamente con l’attacco al diritto all’aborto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *