Votazione del 13 giugno

Per il progresso sociale e ecologico!

🙌

Protezione del clima: SÌ!

Proteggere il clima significa dire Sì alla revisione della legge sul CO2. Tutti i settori (edilizia, industria, mobilità, piazze finanziarie) agiscono di concerto uniti verso questo obiettivo. Chi in futuro consumerà poca energia di origine fossile, siano essi privati, famiglie o aziende, ne trarrà beneficio: si tratta di un provvedimento equo, che crea posti di lavoro e rende la Svizzera più indipendente dalle importazioni di petrolio, gas e carbone dall’estero.

La legge sul CO2 è il risultato di un duro lavoro di mediazione. Prima che il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati pervenissero al SÌ con una chiara maggioranza, ci sono state lacrime, frustrazione, manifestazioni e molto, molto impegno.

Il Consiglio federale, il Parlamento, quasi tutti i partiti, i principali scienziati in materia climatica, l’economia, oltre 100 organizzazioni per la protezione del clima e persone impegnate provenienti da tutte le regioni della Svizzera affermano:

 – Il bene comune è al di sopra degli interessi particolari: agiamo insieme, con questa soluzione svizzera e ragionevole.
 – Vale la pena introdurre misure intelligenti fin da ora. Più aspettiamo per agire più sarà difficile e costoso intervenire.
 – Aria pulita, meno rumore: la protezione del clima fa bene alla nostra salute.

Il 13 giugno saremo chiamati ad esprimere il nostro voto a favore della legge sul CO2 perché la lobby del petrolio ha indetto un referendum contro questo provvedimento.

NO Ad una legge Arbitraria

La nuova definizione di terrorismo è stata notevolmente ampliata. Oltre agli estremisti islamici, possono essere considerati terroristi politici sgraditi, giornalisti, critici dello Stato, attivisti del clima e persino bambini sopra i 12 anni.

Con il comma arbitrario, persone come il presidente del gruppo parlamentare UDC Thomas Aeschi o la consigliera nazionale UDC Magdalena Martullo-Blocher potrebbero ora essere dichiarate pericolose perché hanno definito dittatori alcuni consiglieri federali. La ragione è che la legge MPT è estremamente vaga circa chi può essere applicata. Un altro grande problema con il comma arbitrario: le misure preventive come i divieti di contatto, di uscita e di circolazione e le severe restrizioni di movimento non sono più ordinate da un tribunale – ora la polizia è autorizzata a disporre ed eseguire allo stesso tempo. Questo è particolarmente pericoloso perché i programmi informatici aiutano a decidere se una persona è pericolosa – e in due casi su tre sbagliano. La legge MPT apre la porta all’arbitrarietà: è un comma arbitrario.

Proteggi l’acqua, il suolo e la salute: 2xSÌ

Proteggere l’acqua, il suolo e la salute, evitare l’uso dei pesticidi, l’iperfertilizzazione e l’impiego eccessivo di antibiotici. Con 2xSÌ, noi come elettori e elettrici abbiamo la possibilità di farlo.

Con 2xSÌ, prepariamo il percorso per un’agricoltura sostenibile in Svizzera e seguiamo un approccio attento al suolo, all’acqua e alla salute. Avremo poi 10 anni per migliorare ulteriormente le misure esistenti e renderle disponibili a tutto il settore agricolo. Questo manterrà le nostre acque vive e i nostri terreni fertili – come base per una produzione agricola durabile.

Votando a favore dell’iniziativa per l’acqua potabile, ci assicuriamo che solo l’agricoltura sostenibile sia appoggiata con i sussidi statali. Il periodo di transizione è di 8 anni. Votando sì all’iniziativa per una Svizzera senza pesticidi sintetici, cogliamo l’opportunità di un futuro senza tossine e alla tutela di un ambiente incontaminato, una delle basi più importanti per la nostra sicurezza di approvvigionamento. Il periodo di transizione è di 10 anni.