Trump non è il benvenuto

Campax si è fatta notare per la prima volta nel gennaio 2017 con la campagna “Trump not welcome”.

Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump si è schierato a favore del razzismo, dell’islamofobia, dell’antisemitismo, del sessismo, della misoginia, del guerrafondaio, della negazione del cambiamento climatico, degli attacchi ai diritti umani e delle politiche che aggravano la povertà e la disuguaglianza.

Oltre 17.000 persone hanno firmato la nostra petizione “Trump non è il benvenuto” in un breve lasso di tempo.

A questa azione ne è seguita un’altra al WEF 2020.

Dal punto panoramico di Chapf, nel villaggio di montagna di Amden (San Gallo), a 900 metri di altezza sopra il lago di Walen, una squadra di scalatori si è calata dalla parete rocciosa verticale nel gelo del mattino presto per rendere nota la loro inequivocabile richiesta di maggiore protezione del clima. All’altezza dell’armata di elicotteri di Donald Trump, gli scalatori hanno dispiegato la richiesta di combattere il cambiamento climatico – non l’Iran– su uno striscione di 35 metri. Poco dopo, la formazione di 4 elicotteri svizzeri e 4 statunitensi ha superato la parete rocciosa decorata con il messaggio climatico.