Aiuto d’emergenza Corona per le PMI

In 3 giorni, più di 90.000 persone si sono espresse a nome di centinaia di migliaia di lavoratori autonomi, imprese familiari e microimprese. Questi non avevano diritto all’indennità per lavoro ridotto, sebbene versassero anch’essi i contributi all’ALV.

Markus Hohl ha avviato l’Eilapell su ACT, la piattaforma di petizioni di Campax, e si è battuto per la richiesta con grande impegno. Ecco il suo ultimo messaggio ai sostenitori della petizione:

Abbiamo raggiunto i nostri obiettivi.

Il primo sollievo è arrivato quando sono stati annunciati i partecipanti alla conferenza stampa di ieri: i consiglieri federali Berset, Parmelin e Maurer. Quindi è anche una questione di soldi. In serata è arrivata la risposta della SECO. Il responsabile delle comunicazioni ci ha risposto allegando il comunicato stampa (i link sono riportati di seguito). Ecco il riassunto in breve:

1. l’indennità per orario ridotto è NUOVA per i dipendenti con contratto a tempo determinato, i lavoratori interinali, gli apprendisti e anche per i dipendenti assimilabili al datore di lavoro (dirigenti e stakeholder), compresi i dipendenti con contratto a tempo indeterminato. del coniuge o del partner civile che assiste: l’art. 31, comma 1, del Codice Civile. 3 L’AVIG, che tanto ha infastidito noi piccole imprese, è sospesa. Questa era la nostra richiesta di petizione. Un importo forfettario di 3320.- fr. menzionato come compensazione a tempo ridotto per una posizione a tempo pieno.

2. la perdita di guadagno per i lavoratori autonomi, che si è verificata così improvvisamente a causa della chiusura forzata delle imprese, sarà compensata. È regolata allo stesso modo dell’EO (militare, protezione civile, maternità): 80% del reddito come indennità giornaliera e un massimo dell’80% del reddito come pensione. 196.- Fr. al giorno. L’indennizzo per la quarantena prescritta dal medico è limitato a 10 giorni, quello per i compiti di assistenza (chiusura delle scuole) a 30 giorni. L’ufficio pagamenti è la cassa AVS attraverso la quale si regolano i conti.

3. compensazione della perdita di guadagno per i dipendenti che riguardano i genitori che hanno dovuto interrompere il lavoro a causa della chiusura delle scuole per l’assistenza ai bambini. Anche in questo caso, il compenso è costituito da un’indennità giornaliera fino a un massimo. 196.-/giorno. Sono limitati a 10 giorni per la quarantena prescritta da un medico, a 30 giorni per i compiti di assistenza (chiusura delle scuole).

Si parla anche di cultura, sport, turismo e politica regionale. Per i dettagli, consultare il comunicato stampa.