Siamo stati ascoltati/e!

,

In poco più di 3 giorni 90’000 persone si sono impegnate per centinaia di migliaia di lavoratori e lavoratrici indipendenti, imprese familiari e microimprese. Questi/e non avevano diritto a un’indennità per la lavoro ridotto, pur essendo contribuenti della AD.

Markus Hohl ha lanciato un appello su ACT, la piattaforma per petizioni di Campax, e ha lavorato per la sua richiesta con grande impegno. Qui il suo ultimo messaggio ai firmatari e alle firmatarie della petizione.

Gentili diretti interessati, cari familiari, cari firmatari, stimata signora, stimato gentiluomo

Che settimana che è stata! Sarà ricordata da molti di noi per molto tempo. Abbiamo raccolto quasi 90’000 firme in 3 giorni (in tutte le lingue). Penso che ora potremmo ridurre la nostra attività di raccolta e quindi ‘ridurre un po’ anche noi stessi.

Perché abbiamo raggiunto i nostri obiettivi.

Un primo sollievo è arrivato quando i partecipanti alla conferenza stampa si sono fatti conoscere: i consiglieri federali Berset, Parmelin e Maurer. Quindi si tratta anche di soldi. Il venerdì sera è arrivata la risposta della SECO. La responsabile della comunicazione ci ha risposto allegando il comunicato stampa (link sotto). Ecco il riassunto in breve:

1. l’indennità per il lavoro a orario ridotto è NUOVO per i dipendenti con contratto a tempo determinato, il personale temporaneo, gli apprendisti e anche per i dipendenti simili ai datori di lavoro (dirigenti e persone coinvolte), compreso il coniuge o il partner assistente: l’art. 31 cpv. 3 LADI, che ha tanto infastidito noi piccole imprese, è ora abrogato. Questa era la nostra petizione. Un importo forfettario di Fr. 3320 è menzionato come compensazione per un lavoro a tempo parziale per un impiego a tempo pieno.

2. il risarcimento per la perdita di reddito dei lavoratori autonomiche sono stati costretti a chiudere così improvvisamente la loro attività. È regolato come per le AD (militari, protezione civile, maternità): 80% del reddito come indennità giornaliera e un massimo di 196.- Fr. al giorno. Il risarcimento per la quarantena prescritta dal medico è limitato a 10 giorni, quello per le attività di cura (chiusura delle scuole) a 30 giorni. L’ufficio di pagamento è l’assicurazione AVS attraverso la quale si regolano i conti.

3 L’indennità di perdita di guadagno per i dipendenti riguarda i genitori che hanno dovuto interrompere il lavoro per la cura dei figli a causa della chiusura delle scuole. Anche in questo caso l’indennità è un’indennità giornaliera fino a un massimo di 196.-/al giorno. 196 Fr. al giorno. Sono limitati a 10 giorni per la quarantena prescritta dal medico e a 30 giorni per i compiti di assistenza (chiusura delle scuole).

Sono inoltre menzionati la cultura, lo sport, il turismo e la politica regionale. Per i dettagli si prega di fare riferimento al comunicato stampa.

Ora passiamo alla parte pratica

Il consigliere federale Maurer lo dice chiaramente: abbiamo aziende che non possono pagare e altri aspettano il denaro e poi non possono pagare. L’obiettivo è che la persona che deve qualcosa sia in grado di pagare, in modo che la persona che deve il denaro possa pagare. Si tratta di liquidità, in modo da non entrare in una spirale negativa dalla quale non possiamo uscire.

Come si fa a farlo quando decine di migliaia di applicazioni arrivano in poche ore? Con l’aiuto della propria banca: fornisce un prestito ponte per coprire le perdite causate da Corona. La banca paga, il governo garantisce. Molto importante: non si tratta di prestiti aggiuntivi o pagamenti di annaffiatoi. Un esempio: riceverete un’indennità di lavoro a breve termine o pagamenti di AD. Finché questi non vengono calcolati e pagati, ci vuole tempo che non abbiamo ora. La banca anticipa e si rimborsa quando il denaro arriva dai fondi di compensazione. Molto pragmatico: tanto di cappello a queste misure immediatamente efficaci, che, come afferma chiaramente il consigliere federale Maurer, sono particolarmente utili per le piccole imprese.

La linea d’azione concreta arriverà mercoledì prossimo sotto forma di direttive e ordinanze d’emergenza, in modo che la liquidità in questione sia disponibile a partire da giovedì. Il consigliere federale Maurer parla di andare in banca. Vi consiglio vivamente di farlo per e-mail o per telefono, se la banca non vi risponde entro mercoledì: distanziamento sociale.

La SECO vi chiede di comprendere che la pubblicazione delle misure adottate sul sito web deve avvenire in tre lingue.

Insieme siamo stati forti – molte grazie!

Vi auguriamo una buona giornata
Markus Hohl

Qui trova il comunicato stampa da parte della Confederazione.

Qui il comunicato stampa – con un “Schmankerl” di un cantante austriaco – Mitteilung ebenfalls zum Herunterladen – zusammen mit einem “Schmankerl” eines österreichischen (?) Sängers – da un po’ da pensare, ma forse utile in questo momento di arresto.

Progresso e Solidarietà: Questo è possibile solo con il Tuo sostegno.

Grazie alla tua donazione le persone possono continuare a lanciare le proprie campagne su ACT – la piattaforma per petizioni di Campax – e affrontare problemi che devono essere risolti. Campagne mirate fanno pressione sulle persone con la facoltà di decidere, affinché le cose cambino.

Il Tuo sostegno attraverso il Tuo impegno e la Tua donazione rende tutto questo possibile.

Corona: Piattaforma per aiuto di vicinato

La piattaforma per aiuto di vicinato hilf-jetzt.ch riunisce chi ha...

Leave your comment