Nuovo studio mostra: La protezione degli/delle informatori/trici paga

Rapporto Whistleblowing 2019

Il rapporto pubblicato oggi dalla HTW di Coira e dal EQS Group sul whistleblowing in Germania, Francia, Gran Bretagna e Svizzera mostra: Vale la pena per le aziende offrano i propri sistemi di reporting per i/le whistleblower.

Poco meno di un terzo delle aziende intervistate è stato in grado di coprire, grazie a centri per segnalazioni, oltre il 60% della perdita finanziaria totale. Lo studio ha anche dimostrato che l’anonimato non ha alcuna influenza sulla percentuale di segnalazioni di illeciti. I progressi in questo settore sono in gran parte dovuti alle iniziative legislative dei paesi vicini e, più recentemente, dell’UE.

SwissLeaks chiede che la Svizzera segua questo esempio, la discussione sulla revisione parziale delle RU va avanti ormai da quasi 6 anni e il dibattito non si conclude qui. Per proteggere meglio i/le whistleblower in Svizzera, la protezione contro il licenziamento di questi/e deve essere notevolmente migliorata e l’accesso ai centri di segnalazione al di fuori dell’azienda deve essere facilitato.

Contatto: Andreas Freimüller

Gestione del progetto SwissLeaks, 079 251 38 35

Scarica il rapporto whistleblower

Leave your comment