L’Alleanza climatica sostiene la legge sul CO2

,

Berna. 09.10.2020. La lobby del petrolio, sostenuta dall’UDC, ha annunciato oggi che lancerà il referendum contro la nuova legge sul CO2. L’Alleanza climatica svizzera, con oltre 90 organizzazioni della società civile, sostiene la legge sul CO2. Si impegnerà risolutamente a favore di questo cambiamento di rotta della politica climatica, a lungo dovuto, nella campagna referendaria. La legge è il prodotto di un lungo processo parlamentare con un ampio consenso.

La legge climatica adottata nella sessione autunnale definisce il percorso per la protezione del clima in linea con l’Accordo di Parigi sul clima, per il quale si è impegnata anche la Svizzera. “Se questo referendum petrolifero venisse accettato, la politica climatica svizzera sarebbe completamente bloccata per diversi anni”, afferma Christian Lüthi, direttore dell’ Alleanza clima svizzera, aggiungendo: “I venditori di automobili e l’industria petrolifera, nelle cui associazioni l’UDC è fortemente rappresentata, nascondono i propri interessi economici dietro i presunti effetti negativi sui ceti medi. La nuova legge sul CO2 stabilisce misure importanti e socialmente accettabili per settori che prima non avevano alcuna misura, come l’aviazione e la piazza finanziaria.

L’Alleanza climatica svizzera riunisce numerose organizzazioni ambientaliste, nonché organizzazioni del settore sanitario, della cooperazione allo sviluppo e di associazioni come Casafair, che si impegna per edilizia e alloggi sostenibili. “Nel settore degli edifici ad alta intensità di CO2, la nuova legge CO2 interverrà finalmente in profondità. I proprietari responsabili sono consapevoli dell’urgenza di misure legali efficaci e sostengono la graduale eliminazione dei sistemi di riscaldamento fossili”, afferma Kathy Steiner di Casafair.

Il principio “chi inquina paga” e la compensazione sociale sono presi sul serio nella nuova legge. “La legge sul CO2 stabilisce la strada per un’equa protezione del clima. In una prospettiva globale, i nuovi strumenti della legge sul CO2 rappresentano un passo importante verso la giustizia climatica”, afferma Stefan Salzmann del Sacrificio quaresimale cattolico svizzero e copresidente dell’ Alleanza climatica svizzera.

“La legge CO2 è un primo passo nella giusta direzione. Essa crea le basi per un’efficace protezione del clima, per la quale noi come Alleanza ci impegneremo – anche al di là della legge sul CO2″, sottolinea Christian Lüthi.

Dichiarazione dell’Alleanza clima sulla legge CO2 del 10 settembre.

Contatto:

Christian Lüthi, direttore dell’Alleanza climatica,
[email protected], 076 580 44 99 (DE/FR)
Lars-Florian Tödter, vicedirettore dell’Alleanza clima, [email protected], 079 658 73 85 (DE/FR)
Kathy Steiner, Geschäftsleiterin Casafair, [email protected], 079 703 73 77 (DE)

Sull’Alleanza climatica
L’Alleanza clima svizzera è stata fondata nel 2004 ed è un’coalizione di organizzazioni della società civile per la protezione del clima. Con i suoi oltre 90 membri e le organizzazioni partner dei settori dell’ambiente, dello sviluppo, della chiesa, della gioventù, dei sindacati e della protezione dei consumatori, si impegna a favore di una politica climatica equa e sostenibile.

#Erdölreferendum
#JazumCO2Gesetz

Consegnata la petizione "No all'aumento dei premi di cassa malati ticinesi"

Più di 21'200 ticinesi dicono no all'ulteriore aumento dei premi...

Lettera aperta alla cooperativa Coop

Coop è una cooperativa, ma i suoi soci non hanno...

Leave your comment