Consegnata la petizione “No all’aumento dei premi di cassa malati ticinesi”

,

Venerdì 9 ottobre 2020, il gruppo “No all’aumento dei premi”, accompagnato da Campax e un gruppo di firmatari/e, ha consegnato alla Cancelleria federale a Berna le oltre 21’000 firme raccolte in due settimane per la petizione “No all’aumento dei premi di cassa malati ticinesi”.

Una delegazione dal Ticino ha sottolineato le difficoltà nelle quali si trovano molte famiglie ticinesi. Questo aumento dei premi proprio non ci voleva! Si chiede di attingere agli oltre 11 miliardi di riserve delle Casse malati.

Abbiamo preparato una fattura gigante con stampate le rivendicazioni della petizione e un salvadanaio altrettanto gigante a rappresentare le riserve delle casse malati. La fattura è stata consegnata ad un impersonificatore di Berset, il quale con un martello ha l’opportunità di rompere il salvadanaio e di liberare così le riserve. La consegna è stata seguita in diretta streaming da Piazza Governo a Bellinzona, dove si sono riuniti i sostenitori e le sostenitrici della petizione.

Non dobbiamo arrenderci, aumentiamo la pressione  e manteniamo unite le nostre voci. Condividi ora le foto o il video della consegna e tagga il Dipartimento federale degli Interni. Oppure puoi inviare un’email. Qui sotto trovi dei modelli.

Non prendiamo soldi da Stato o da aziende.

Aiuta Campax con una donazione per garantire la nostra indipendenza e renderci in grado di reagire rapidamente a nuovi problemi e di restare sul tema anche a lungo termine.

L'Alleanza climatica sostiene la legge sul CO2

[vc_row][vc_column css_animation="bottom-to-top"][vc_column_text] Berna. 09.10.2020. La lobby del petrolio, sostenuta dall'UDC,...

Lettera aperta alla cooperativa Coop

Coop è una cooperativa, ma i suoi soci non hanno...

Leave your comment