Razzismo – e ciò che puoi fare

Questa pagina ti offre informazioni generali sul razzismo e vari link per punti di contatto a cui puoi sempre rivolgerti. Si rivolge alle persone colpite dal razzismo e dalla discriminazione razziale, ma anche a testimoni e parenti delle persone colpite.

Il Servizio per la lotta al razzismo del Dipartimento federale dell’interno descrive la discriminazione razziale come segue:

“Ogni azione o pratica che senza giustificazione alcuna svantaggia determinate persone, le umilia, le minaccia o ne mette in pericolo la vita e/o l’integrità fisica a causa delle loro caratteristiche fisionomiche, etniche, culturali e/o religiose. A differenza del razzismo, la discriminazione razziale non ha necessariamente un fondamento ideologico. Può essere intenzionale, ma anche, e non di rado, involontaria (si pensi alla discriminazione indiretta o alla discriminazione strutturale).”

Il razzismo e la discriminazione razziale sono una realtà a livello strutturale, istituzionale e individuale. Il razzismo può avere luogo ovunque e in ogni fase della vita.

Sei stato vittima di un episodio razzista? Segnalalo su stop-racism.ch

Sei stato/a vittima di un episodio razzista o ne hai osservato uno? Segnala ora il caso su www.stop-racism.ch. Sulla nostra piattaforma puoi segnalare l’episodio in modo semplice, rapido e anonimo.

Pubblichiamo periodicamente una panoramica di tutti i casi segnalati e quindi rendiamo visibile il razzismo in Svizzera.

Rimani completamente anonimo e i tuoi dati non saranno trasmessi a terzi. Se desideri perseguire legalmente l’episodio o hai bisogno di una consulenza professionale, ti indirizzeremo volentieri alla ete di consulenza per le vittime del razzismo.

Punti di consulenza e contatto

Numeri di telefono importanti (gratis, raggiungibili 24h):

  • Telefono Amico 143
  • Aiuto telefonico per bambini e giovani 147

Rete di consulenza per le vittime del razzismo

La Rete di consulenza per le vittime del razzismo riunisce 22 centri specializzati da tutta la Svizzera che offrono consulenza sulla discriminazione razziale. Offre anche una piattaforma di formazione continua per gli/le interessati/e.

Tramite questo link trovi il tuo punto di contatto cantonale contro il razzismo e la discriminazione:

Centri di consulenza per le vittime del razzismo e Cercare corsi di formazione continua

I delegati cantonali all’integrazione possono istituire servizi di consulenza:

Altri indirizzi

Segnalazione di razzismo in seno agli eventi sportivi svizzeri

La rete svizzera FARE è stata fondata nel 2009. Il team offre consulenza e supporto in caso di necessità per combattere episodi razzisti o discriminatori negli stadi svizzeri. Qui è possibile ottenere supporto in tedesco, francese e italiano.

Numero di telefono0800 48 0800

E-Mail: [email protected]

Centri di consulenza discriminazione razziale

Sei alla ricerca di informazioni e di supporto per una situazione discriminatoria? Nell’indirizzartio elettronico dell’Ufficio federale per la lotta contro il razzismo si trovano gli indirizzi dei centri di consulenza e degli uffici competenti, organizzati per cantone e per attività. Link:

Indirizzario elettronico

Punti per segnalare il razzismo in rete

Qui puoi trovare i collegamenti diretti dei social media:

Informazioni generali

Tema abitare

In più occasioni, alcune persone vengono escluse e discriminate quando cercano un’appartamento in base al colore della pelle, alla loro origine o alla loro nazionalità. Questo non solo ha conseguenze per le persone colpite, ma influenza anche l’ambiente di vita e lo sviluppo del quartiere.

Discorsi di odio su Internet

Il razzismo è un fenomeno ricorrente anche su Internet e non deve essere semplicemente accettato. Ma non è sempre facile reagire, perché i gruppi che diffondono discorsi di odio sono a volte molto ben organizzati. In cima a questa pagina, sotto “Consigli e punti di contatto”, troverai punti di segnalazione diretta da vari siti di social media.

Alla polizia

Il profilo razziale si riferisce a tutte le forme di azione di polizia che classificano certi gruppi di persone come “estranei” o membri di una particolare religione in base al loro aspetto esteriore. Questa pratica di controllo e di arresto da parte della polizia deve essere rivista regolarmente. La Allianz gegen Racial Profiling scritica le pratiche di polizia e il razzismo chiedendo meccanismi di denuncia efficaci contro le aggresioni di polizia.

A scuola e nello sport

Rispetto all’UE, la Svizzera ha difficoltà ad ancorare ufficialmente un’educazione antirazzista sostenibile nel programma della scuola dell’obbligo [1]. Il fatto è però che i cantoni e i comuni insegnano nelle loro scuole a un numero crescente di bambini con un passato migratorio. È quindi più che mai necessario che la lotta contro il razzismo e la partecipazione della Svizzera al colonialismo siano affrontate nelle scuole. Vuoi saperne di più sul razzismo nelle scuole? Clicca qui per il rapporto della Commissione federale contro il razzismo.

Giovani & razzismo

I giovani possono sperimentare il razzismo come autori, vittime o spettatori. Hanno bisogno di un sostegno adeguato all’età per imparare ad affrontare bene queste situazioni di conflitto. Il focus qui si concentra sul riconoscimento e sulla messa in discussione dei propri pregiudizi e sulle strutture sociali discriminanti. La discriminazione e l’odio sono aumentati tra i giovani, specialmente su Internet. Puoi trovare maggiori informazioni sui giovani e sulla discriminazione in rete qui.

Nelle istituzioni pubbliche

Le varie istituzioni amministrative pubbliche (scuola, ospedale, autorità di naturalizzazione, ecc.) hanno il dovere di mantenere aperto a tutti/e l’accesso ai loro servizi. A tal fine, sono in atto programmi cantonali di integrazione che dal 2014 applicano misure di protezione contro la discriminazione. Puoi trovare maggiori informazioni qui.